lunedì 9 settembre 2013

Avevo scordato...

Avevo scordato quando fosse dolce il profumo dei neonati,
avevo scordato quante albe si potessero ammirare dal balcone di casa,
avevo scordato che una notte riposante fosse composta da sole 4 ore di sonno,
avevo scordato quell'odore unico del latte materno,
avevo scordato quante cose si riuscissero a fare con una mano sola,
avevo scordato l'emozione dei primi sorrisi rivolti proprio a me,
avevo scordato l'intensità del pianto di un neonato,
avevo scordato come in mezz'ora di tempo libero si riescano a far i mestieri di una settimana,
avevo scordato che la doccia potesse durare soltanto un minuto e 30 secondi netti,
avevo scordato che per uscire di casa vestiti e pettinati ci volesse tutto quel tempo,
avevo scordato il puntuale rigurgito di latte sulla T-shirt nera,
avevo scordato che il numero del pediatra dovesse essere nei "preferiti",
avevo scordato quando fosse emozionante diventare madre...
e la seconda volta è davvero fantastico!

p.s. Elena è nata l'8 luglio ed è super! :*

9 commenti:

  1. aaah eccoti qui! Congratulazioni e benvenuta Elena!!!

    RispondiElimina
  2. Puoi fare di meglio, tipo la doccia in 1 minuto e 28 ;)
    Roberta
    Ciao, Elena, ben arrivata.

    RispondiElimina
  3. E vedrai quante nuove cose imparerai!!! Congratulazione!!!

    RispondiElimina
  4. EVVIVA!!
    Sono felice per te per Elena e per la tua famiglia!
    Sai che abbiamo inviato la partecipazione al nostro matrimonio anche a Guccini...speravo proprio di vederlo...uffi, non c'era.
    Baci grandi

    RispondiElimina
  5. L'infertilità è stata e continua ad essere un problema colossale che gli specialisti di tutto il mondo si preoccupano di risolvere. La ricerca continua sia nella direzione delle questioni cliniche - nuovi farmaci, nuovi regimi di trattamento per ridurre i rischi di complicazioni come l'iperstimolazione ovarica, sia nel campo dell'embriologia - nuovi mezzi e metodi di coltivazione degli embrioni, nuovi dispositivi e attrezzature.
    Lo scopo di questa ricerca è di aumentare l'efficacia del trattamento e la nascita di bambini sani. Dai un occhiata e molto interessante- Feskov

    RispondiElimina
  6. L'editore di Monaco ha pubblicato il libro intitolato “Ogni terza donna”. La scrittrice, ha dedicato il libro a tutti i bambini stellati e ai loro genitori.
    I bambini stellati in Germania vengono chiamati mai nati, quelli che sono morti durante il parto o quelli che sono deceduti poco dopo la loro nascita. Nel suo libro, la scrittrice dà voce alle donne che hanno perso i loro figli non ancora nati, ma non hanno rinunciato a una gravidanza con lieto fine, e anche al uomo che è sopravvissuto al dolore della interruzione della gravidanza della sua dolce meta. Queste storie dimostrano: coloro che hanno vissuto un trauma psicologico così grave dovrebbero assolutamente lavorarci su e non essere lasciati nella solitudine con il problema.
    La stessa scrittrice ha affrontato un problema simile ai suoi tempi. – “Mi dispiace signora, ma non sento più il battito cardiaco del feto”, la stessa è rimasta senza parole dopo le fatidiche parole del medico durante uno dei suoi controlli di routine. Come ammette l’autrice del libro, non aveva mai vissuto un tale shock.
    Gli specialisti della clinica di medicina riproduttiva del prof. Feskov hanno a che fare con storie simili ogni giorno e sanno quanto sia importante il sostegno per le famiglie che lo attraversano. Sono sempre pronti ad offrire soluzioni per coloro che sognano di diventare genitori.

    RispondiElimina
  7. Ogni giorno crescono i numeri di copie che hanno difficoltà di avere propri figli. Inizia la tua avventura di genitorialità! Consiglio di visionare il canale canale YouTube . Buona visione

    RispondiElimina