mercoledì 26 ottobre 2011

l'autista!


Sai quando piove ininterrottamente dal mattino alla sera, il traffico impazzisce per le strade e il cielo è costantemente grigio? Le ore in ufficio non passano mai e vuoi solo andare a casa tua il prima possibile?
È proprio lì che salti in macchina e... prima, seconda.... fine. Fine! fineeeee!
FRIZIONE ROTTA

Il mio amatao Berlingo... compagno di mille avventure, confidente al quale racconto le mie frustrazioni quotidiane, fratello adottivo di mio figlio che lo riempie di giochi e di briciole di merendine, viaggiatore spericolato e avventuroso, amico impagabile sempre riconoscente anche se da anni non vede l'autolavaggio, ottimo traslocatore per me e per amici... mi ha abbandonata!

Lì in mezzo a una strada dove era quasi impossibile accostare, sotto il diluvio... ma a 50 metri da un meccanico, geniale!!!

Questo accadde ieri. Quindi oggi per portare il nano all'asilo e andare in ufficio mi sono avvalsa dell'AUTISTA! Dio come sono snob!!
Una sorta di "Ambrogio" in livrea scura, cappello, guandi, dai modi impeccabili e dall'auto di rappresentanza lucidissima.... al secolo: mio papà!
Che si è presentato stamattina 15 minuti prima del previsto, già impaziente, torvandomi in ciabatte e mollettone in testa, col nano ancora non totalmente vestito... ci ha accolti nella tua auto e non riuscivamo a trovare i sedili, ma eccoli, spostando un cartone, due sacchetti, 5 blocchi di appunti e 3 pacchetti di sigarette eccoli! Ci ha portati all'asilo e gli ho dovuto ricordare di non andare via, perchè dopo sarei dovuta andare al lavoro... i 10 chilometri nel traffico milanese li ho trovati infiniti, sommersa dalle sue lamentele sul mio percorso scelto, su tutta questa gente che non lascia passare alle rotonde e il suo continuo uso del clacson (pareva d'essere a un matrimonio).
Avrà dato forse 3 precedenze su 27 ed è passato due volte col rosso. Mi sono chiesta come faccio ad essere ancora viva se mi ha portato in giro lui per i primi 18 anni della mia vita! Sono stata miracolata!

Però il non dover impazzire per trovare parcheggio e il non dover pensare a nulla per una volta non è stato male... certo il mio autista non è proprio quello di Paris Hilton, ma se non ci fosse lui....

Il mio Berlingo stasera sarà pronto: speriamo!

8 commenti:

  1. Beh, neanche tu sarai come Paris Hilton. Lo spero per te, almeno. ;)

    RispondiElimina
  2. ahahahahaaahahahaahahahahaaaaaaaaa

    anche perchè: Paris Hilton lavora? :D

    RispondiElimina
  3. ...i papà...se non ci fossero bisognerebbe inventarli!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Ma ieri era martedì!

    RispondiElimina
  5. Ora capisci come mi sento quando una bici di casa ha una gomma a terra? Soprattutto se si tratta della mia!
    Ma non potendo contare su autisti, mi armo di chiavi e camera d'aria e sostituisco, appena possibile. Nel frattempo, a piedi.
    Roberta

    RispondiElimina
  6. Oggi è giovedì: che altro mi potrà capitare?? :D

    RispondiElimina
  7. Le previsioni non prevedono meteoriti e impatto di comete, tra leggi, leggine, decreti e commi vari non sembra che l'europa ci chieda di cancellare i weekend (non ancora almeno), al massimo puo' capitarci un venerdi' di merda.

    Terpenzio

    RispondiElimina
  8. Riccardo"io"4 novembre 2011 11:32

    ha ha ha per me che abito ai piedi della Brianza e lavoro a Milano... ti capisco!!! XD

    RispondiElimina