giovedì 20 ottobre 2011

Al lavoro mi riposo


Stamattina ho impiegato ben 45 minuti per torvare parcheggio (ok è giovedì, me lo dovevo aspettare) e la radio passava solo la notizia della nascita della figlia di Carla Bruni e del becchino nasone francese... i nervi li avevo a fior di pelle e mentre l'orologio dell'auto scandiva i minuti di ritardo che accumulavo al lavoro vedevo sfumare la sigaretta e il caffè al bar prima di entrare in ufficio. Nervi a fior di pelle direi!
E pensare che tutto questo ieri mi mancava.

Ieri ho passato tutto il giorno a casa col nano che era un po' malato... ho capito che far la casalinga deve essere una figata solo se non hai figli oppure se ne hai di età superiore ai 18 anni.
Io non sono tagliata per stare a casa, anche se spesso quando sono al lavoro vorrei trovarmi nel mio caldo appartamentino a sbrigare alcune faccende o semplicemente a spalmarmi sul divano guardando RealTime o altro dello stesso livello culturale in Tv.

Ieri invece mi son dovuta svegliare all'alba come al solito, colazione, preparazione nano...
e poi, poi.... la giornata si è protesa verso l'infinito: prima dal pediatra (a 15 km da casa), poi tappa da LeroyMerlin - non era in argomento con la giornata ma mi servivano dei chiodini - e nuovamente a casa!
Erano solo le 10.15 del mattino. Ero già stremata.
Avevo un sonno tremendo dopo la notte in bianco... ma mio figlio NO! Lui anche con l'otite, la tosse e magari la febbre, è un leone!   Il bello di aver 29 anni meno di me!
«Giochiamo!»
Bilancio della giornata: ho fatto 35 km in auto, ho cucinato due ricette nuove lette al momento sul cucchiaio d'argento, giocato con i Lego per ore e ore..., lottato, fatto battaglia con gormiti vs bakugan, fatto una torta, visto per la 59° volta Kung Fu Panda, fatto opere d'arte contemporanea con acquerelli.
FORSE BASTA... ma non ne sono sicura.
Chiaramente ho fatto la pipì una volta sola, non ho fatto il letto né sistemato o pulito nulla in casa...
come unico giorno da casalinga mi posso tranquillamente bocciare!
Ma è stato bello poter fare la mamma e basta per una volta :)

Una cosa è certa: in confronto a questo, io al lavoro mi riposo!

6 commenti:

  1. Ti capisco in pieno!!! Anche io soccombo nelle giornata in cui sono costretta a casa con i bimbi.... e al lavoro mi riposo!!! Se non altro al lavoro sto praticamente seduta tutto il tempo e penso solo ad una cosa per volta... a casa queste 2 semplici cose sono IMPOSSIBILI!

    RispondiElimina
  2. O yes, d'accordissimo
    Forse te la cavi se fa il riposino pomeridiano, un due orette te le puoi dedicare. Ma passano così in fretta

    RispondiElimina
  3. MAMMAPIG- sì basta solo poter fare la pipì e pensare a una cosa per volta! mi capisci!!

    GAE- Marameo! mio figlio ha già finito la fase pisolino... ieri penso di essermi addormentata io tra un gioco e l'altro per qualche minuto

    RispondiElimina
  4. e ccccccome ti capisco!!!!!! quando non lavoro, il riposo me lo sogno......................... e il pisolino? mio figlio ha smesso a 3 anni. precoce, lui. baciooooooo (riusciremo a vederci o no???)

    RispondiElimina
  5. I miei mi sa che sono più grandi del tuo ma quando esco dall'ufficio saluto e dico: "vado al lavoro". E la domenica: "meno male, domani è lunedì". Scherzo, ma mica tanto!
    Roberta

    RispondiElimina
  6. Riccardo"io"4 novembre 2011 11:37

    ah ah io i "ponti" li passo al lavoro ma...
    mica perchè sono uno stacanovista!!! è che al lavoro riposo, a casa non riuscirei! =D

    l'importante è non farlo sapere in giro XD

    RispondiElimina